Sweetie – Intervista

imagesMarzia Vaccari intervista Raffaele Salinari, presidente di Terre des Hommes. L’associazione per i diritti umani olandese, Terre des Hommes, ha condotto un esperimento per attirare l’attenzione su un fenomeno in grande crescita, il cosiddetto “turismo sessuale” tramite webcam, noto anche come WCST (Webcam Child Sex Tourism), che si ha quando gli adulti pagano per dirigere e vedere riprese video dal vivo di bambini/e di altri Paesi che compiono atti sessuali davanti a una webcam.

Per creare Sweetie, la bambina virtuale, i ricercatori hanno utilizzato una tecnologia innovativa. Presente in varie chat pubbliche, in poco tempo la bambina è stata abbordata da migliaia di utenti in tutto il mondo che le chiedevano prestazioni sessuali online. Interagendo con gli adulti, i ricercatori hanno raccolto varie informazioni dai social network, scoprendo le loro vere identità.

Un’esca, ideata per verificare quanto e come gli adulti si avvicinano ai minori via web, che ha purtroppo attirato, in appena due mesi e mezzo, oltre 20mila persone, 1000 delle quali identificate mentre colloquiavano in chat. Le registrazioni video delle conversazioni sono state consegnate all’Interpol.

Video a cura di Federica Fabbiani e Marzia Vaccari.