I bambini sotto tutti uguali, no ai poteri speciali, si alla prevenzione

Comunicato stampa

Rogo al campo Rom, Terre des Hommes: le morti di bambini sono tutte uguali
Serve più prevenzione e meno emergenza

Terre des Hommes esprime profonda tristezza l’ennesimo fatto di cronaca nera a danno di minori. “La morte di quattro bambini bruciati all’interno di un alloggio di fortuna non è una morte caratterizzata, una morte Rom, ma è semplicemente e tragicamente la morte di quattro bambini che vivevano in condizioni di fragilità estrema in una città e in una nazione che ha i mezzi per offrire a tutti i livelli minimi di accoglienza”, dichiara Raffaele K. Salinari, presidente di Terre des Hommes. “Non possiamo fare differenze tra le morti, per noi tutti i bambini sono uguali e introdurre una distinzione significa in parte anche giustificare il problema. Vogliamo ricordare alle istituzioni pubbliche che nella condizione di emarginazione crescente in cui vivono intere fasce di popolazione, e con loro migliaia di bambini, non ci sia assolutamente nulla da trattare in modo speciale, ma che anzi ciò purtroppo rappresenti oramai la normalità e per questo chiediamo più prevenzione e meno emergenza”.